Certificato di proprietà digitale: risparmio e semplicità

Vi abbiamo già parlato dell’attestato di rischio elettronico e della cessazione dell’obbligo di esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza, ma il processo di digitalizzazione che interessa le pratiche e le assicurazioni auto non finisce qui: dallo scorso 5 ottobre 2015 anche il certificato di proprietà è digitale.
Certificato di proprietà digitale

 

Che cosa cambia con il certificato di proprietà digitale?

Dal 5 ottobre 2015, all’acquisto dell’auto, non viene più rilasciato il classico certificato di proprietà cartaceo: viene consegnata una ricevuta con un codice di accesso e una password che permettono di accedere alla propria posizione nell’archivio digitale sul sito dell’ACI (www.aci.it), più precisamente all’indirizzo https://iservizi.aci.it/consultacdpd/.

Tutti i dati saranno comunicati dallo STA (Sportello Telematico Automobilistico) via computer alla banca dati ACI e il proprietario dell’auto potrà visualizzare in ogni momento via internet il proprio certificato di proprietà digitale. Nella stessa banca dati saranno indicate tutte le variazioni connesse al documento, come, ad esempio, se il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo.

Dove sono gli Sportelli Telematici Automobilistici?

Gli STA (Sportelli Telematici Automobilistici) sono presenti presso le agenzie di pratiche auto, gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile e le sedi sul territorio dell’ACI.

Cosa succede se si perde la ricevuta con i dati di accesso?

Niente di preoccupante. Basterà rivolgersi a uno STA muniti di documento di identità per una ristampa gratuita della ricevuta.

Qual è il risparmio grazie al certificato di proprietà digitale?*

Grazie al certificato di proprietà digitale il risparmio ammonta a € 39 per ogni pratica. Senza contare che si stimano intorno a 300 mila richieste all’anno di ristampa del certificato di proprietà per smarrimento, che prima della riforma erano a pagamento: questo porta ad un risparmio complessivo di 15 milioni di euro.

Non ultimo, infine, l’impatto ambientale: il certificato di proprietà elettronico porterà al risparmio di 30 milioni fogli di carta.

*Dati da Il Sole 24 Ore

Leave a Reply

Ultimi articoli dal nostro blog

Facebook

Unable to display Facebook posts.
Show error

Error: Error validating application. Application has been deleted.
Type: OAuthException
Code: 190
Please refer to our Error Message Reference.

Avo Centro Assicurativo Broker è associato AIBA:

avo-centro-assicurativo-broker-iscritto-aiba